Forgive and Forget ……

In Italia benzina più cara d’Europa:come risparmiare con semplici mosse

A chi va il record della benzina più cara d’Europa?Ovviamente all’Italia.Il discutibile primato è dovuto soprattutto dalle varie imposte,Iva e accise,le più alte del Vecchio Continente.E le più aggiornate:nessun altro Paese modifica le tasse sul carburante – ovviamente al rialzo – con altrettanta frequenza. Per fare qualche esempio: in Francia l’ultima variazione, per quanto riguarda le accise sulla benzina, risale a un anno fa, in Spagna dobbiamo tornare al 13 giugno 2009, in Germania addirittura al Capodanno 2003. In Italia, l’ultimo dato ufficiale pervenuto è del primo novembre scorso: ma mancano all’appello l’aumento delle accise deciso a dicembre dal governo Monti e l’ultima stangata, quella delle addizionali regionali.In pratica, il prezzo che paghiamo alla pompa è composto da una parte «industriale» – cioè il costo della materia prima, più trasporto, stoccaggio e distribuzione, ricavo del benzinaio compreso – e da una componente fiscale che nel corso del tempo è diventata sempre più pesante, fino a sfiorare il 60% del totale.Ecco perché l’Italia è il Paese europeo dove rifornirsi costa di più: a dicembre, ultimo dato ufficiale, da noi la verde si avvicinava già agli 1,7 euro al litro, mentre in Germania il prezzo medio era di 1,5, in Francia poco meno e in Spagna addirittura 1,3 euro al litro.
E la corsa continua: dopo la sferzata delle addizionali regionali, sono le compagnie a far salire i prezzi.Tanto per fare un ordine di grandezza che rende l’idea:il prezzo della benzina senza piombo,al netto delle imposte (sostanzialmente accise e Iva) sarebbe di 0,758 euro al litro.E l’incazzatura è servita.Ecco uno specchietto dove viene spiegato nel dettaglio cosa paghiamo in un litro di benzina:

Come fare contro queste ingenti tasse?Ecco alcuni semplici accorgimenti:

1) Usate il self service: quasi tutti i distributori ormai praticano un prezzo di qualche centesimo più basso rispetto al servito. Se possibile, fate rifornimento in autostrada: su molte tratte i distributori devono applicare da contratto un prezzo più basso rispetto a quelli all’esterno

2) Evitate le frenate brusche o le accelerate repentine: una velocità moderata e uniforme garantisce minori consumi (oltre che maggiore sicurezza)

3) Tenete il motore pulito e performante permette di risparmiare i consumi di carburante, così come una regolare manutenzione di filtri dell’aria e pastiglie dei freni e l’equilibratura delle sospensioni. Controllate regolarmente pressione e stato degli pneumatici

4) Cercate di mantenere i giri del motore a 2000, senza “tirare” inutilmente le marce: un rapporto troppo basso fa consumare fino al 10% in più

5) Spegnete il motore durante le soste, anche al semaforo se possibile permette di risparmiere fino al 30% in città

6) Anche scattare al verde o correre tra un semaforo e l’altro non fa certo risparmiare benzina. E probabilmente nemmeno tempo

7) Aumentare un po’ la velocità prima della salita per mantenere costanti i giri motore

8) Prestate attenzione alla aerodinamicità della vettura: viaggiate con i finestrini chiusi ed evitate di tenere il portapacchi montato quando non è necessario;evitate anche i pesi inutili svuotando il bagagliaio di quello che non vi serve

9) Tenete il più possibile spento il condizionatore e spegnetelo quando abbassate i finestrini

10) Ricordate che dal primo gennaio sono state eliminate le commissioni per i pagamenti con carte di credito e bancomat fino a 100 euro.

11)Dare un’occhiata alle nuove auto con impianto GPL o METANO (anche questo tipo di rifornimento è tassato,ma la variazione è quasi nulla),con i nuovi incentivi 2012 troverete sicuramente l’auto che farà al caso vostro.Se invece non potete o non volete cambiare veicolo,cercate solo l’impianto adatto alle vostre esigenze da installare sulla vostra automobile.

12)Per chi risiede nel Nord Italia superare il confine e fare il pieno saltuariamente nella vicina Svizzera o Slovenia:il risparmio è molto considerevole.

13)Quando potete….utilizzate la bicicletta:100% salute e 0% spese!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...